Calcio a 5, playoff: sempre più vicino lo scudetto per l’Acqua&Sapone

Abruzzesi dominano la Luparense 5-3, vanno avanti 2-1 nella serie e mercoledì giocheranno in casa per il titolo. Tra i veneti bene Rafinha, protagonista con una tripletta, domani 6 giugno la quarta e ipotetica ultima gara in abruzzo, altrimenti si rimanda tutto a lunedì 11 giugno. Due buone occasioni per www.scommeselive.com

Il primo tempo

I padroni di casa partono subito forte, e la Luparense fa fatica a gestire la pressione dell’Acqua&Sapone. Dopo tre minuti di gioco arriva l’ammonizione per Mello che butta giù De Oliveira autore di una pericolosa incursione centrale. Il leit-motiv della prima frazione di gioco è chiaro: gli abruzzesi ci provano, mentre la Luparense si difende con ordine, respingendo con attenzione le conclusioni a rete degli avversari. Il gol dell’1-0 arriva al 10‘: Jonas resiste alla pressione di Honorio, e propizia con una buona dose di caparbietà il vantaggio firmato da De Oliveira.

L’Acqua&Sapone continua a spingere: il tiro dalla destra a incrociare di Bocao si spegne poco distante dalla porta difesa di Miarelli, la Luparense si fa vedere con un tiro senza grosse di pretese di Jefferson, poi è Lima a impegnare ancora una volta Miarelli che respinge in angolo. La partita cresce d’intensità, e al 15′ arriva il raddoppio: è ancora Jonasbravo ad approfittare di un’indecisione degli avversari in fase di disimpegno, eludendo l’intervento di Miarelli per poi depositare il rete la palla del 2-0. Al 16′ arriva l’espulsione di Mello, che blocca ancora una volta fallosamente una ripartenza a centrocampo di De Oliveira.

Il secondo tempo

La Luparense torna in campo più determinata rispetto alla prima frazione di gioco e i risultati si vedono quasi subito: dopo tre minuti arriva il gol di Rafinha, che accorcia le distanze. Cento secondi e c’è una buona occasione per l’Acqua&Sapone, ma la conclusione di Lima è disinnescata da Miarelli. Al 6′ però Jonas è ancora protagonista, trovando la conclusione che vale il 3-1. Il numero 20 non è sazio, e poco dopo è la traversa a negargli la gioia del terzo sigillo personale.

In porta, intanto, Stefano Mammarella è attento e in più di un’occasione è bravo a rendere vani i tentativi avversari. Al 9′ arriva anche il 4-1, grazie alla precisa conclusione di Bocao, al 13′ il 5-1 di Bertoni e poi il 5-2 ancora di Rafinha. La Luparense non molla, e quando mancano 2′ e 17” arriva il 5-3, in gol ancora Rafinha.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *